Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

Era il 28 Marzo 1923 quando nacque L’aeronautica Militare e oggi si celebrano i 100 anni dalla sua istituzione, un traguardo importante per la terza Forza Armata italiana. Una storia caratterizzata da amore per la Patria, coraggio, professionalità e generosità che ha portato, e continua a portare, il nostro Tricolore sempre in alto in tutto il mondo.

La commemorazione è avvenuta sulla terrazza del Pincio, iniziando con gli onori militari al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di fianco a lui anche il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni che rivolge emozionata “Un pensiero commosso a tutti i caduti nel compimento del dovere”.

Presenti alla cerimonia anche le altre autorità dello Stato, il Presidente del Senato Ignazio La Russa, i vicepresidenti della camera Fabio Rampelli e Giorgio Mulè, il sindaco di Roma Gualtieri ed il neo Presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca.

Mattarella ha passato in rassegna lo schieramento, accompagnato dal ministro Crosetto, dal Capo di Stato maggiore della Difesa, Giuseppe Cavo Dragone, dal Capo di Stato maggiore dell’Aeronautica Luca Goretti e dal consigliere militare del presidente della Repubblica, Gianni Candutti.

Toccanti le parole del Capo dello Stato  che si rivolge alle famiglie del Maggiore Fabio Antonio Altruda, del Colonnello Giuseppe Cipriano e del Tenente Colonnello Marco Meneghello, recentemente scomparsi in tragici incidenti aerei, nello svolgimento dell’incarico assegnato” continua poi – “L’Aeronautica Militare  ha saputo affrontare, sin dall’inizio, sfide complesse e gravose, dimostrando impegno, professionalità e dedizione, con la passione e la generosità offerte dalle sue donne e dai suoi uomini”

A conclusione della celebrazione si è svolto poi il simbolico passaggio di sciabola tra l’aviatore più longevo, il maresciallo Luigi Pasqui, 105 anni, e l’allievo più giovane dell’Accademia ruolo naviganti, Giorgio Strata. Infine l’attesissimo passaggio delle frecce Tricolori, simbolo dell’orgoglio Italiano sui cieli immortali di Roma.