Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

OLAF SCHOLZ, CANCELLIERE FEDERALE DELLA GERMANIA

La cara vecchia Germania non è più quella che conoscevamo. La stabilità politica che ha caratterizzato il quindicennio – e poco più – del cancellierato di Angela Merkel è ormai acqua passata. Olaf Scholz, che guida una coalizione rosso-verde, deve affrontare una debacle… quella dell’elezioni regionali.

Le elezioni che si sono appena tenute hanno mandato un segnale chiaro al governo tedesco: il popolo è scontento. Questo è ciò che è uscito dal voto di domenica, dove ad imporsi sono stati i cristiano-democratici, grandi favoriti per le elezioni del 2025, oltre che per le prossime elezioni europee. I land andati al voto sono i due più importanti a livello economico e politico, ossia la Baviera e l’Assia, che costituiscono circa un quarto dell’intera popolazione tedesca. In entrambi gli stati, erano i cristiano democratici a governare, e saranno loro a tornare al governo.

La batosta per Scholz è molto più dura di quanto si immaginava alla vigilia dell’elezioni. In Baviera Florian von Brunn, il candidato della SPD (Social Democratic Party of Germany), è arrivato quinto, raggiungendo un disonorevole 8%, mentre in Assia la candidata Nancy Feaser ha toccato il 15%. E davanti ai socialdemocratici chi c’è oltre ai cristiano-democratici? Il tanto vituperato AfD. Si, proprio loro…

Arrivati terzi in Baviera – guadagnando il 4,4% rispetto al 2018 – e secondi in Assia – dove hanno toccato il 18,4%, cinque punti e mezzo in più dell’elezioni precedenti – stanno sconfessando il ritratto che è stato fatto di questo partito. Il trattamento che gli è stato fornito è il medesimo che fu creato ad hoc per il nostro centrodestra, in particolare per Salvini prima e Meloni poi.

Se il popolo non vota i soliti noti, allora il popolo è ignorante, antidemocratico, spesso populista, talvolta fascista. Ma siam proprio sicuri che gli oltre due milioni e mezzo di tedeschi che hanno votato Afd siano neonazisti? Ma torniamo tutti nel mondo reale, gentilmente!