Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

LE FRECCE TRICOLORE PASSANO SOPRA IL DUOMO DI MILANO

Nel cuore pulsante di Milano, la città che ispira l’Amaro Ramazzotti, si nasconde una dualità che affascina e spaventa. È il riflesso amaro di chi abita tra i suoi grattacieli e viali, della Milano che si vive, si sogna e si gusta. Questa è la Milano… da bere. Tuttavia, dietro la facciata scintillante, un’ombra cresce, oscurando il prestigio di Milano come capitale finanziaria.

La città rivela una realtà meno allettante: è la città della violenza e della paura. Milano si trasforma, soprattutto dopo una certa ora del giorno, quando i tassi alcolici aumentano e la città diventa un luogo pericoloso. Dalle periferie al centro, ogni notte, le strade di Milano si tingono di rosso sangue a causa di rapine e accoltellamenti in rapida successione, che coinvolgono giovani, sia vittime che aggressori. Questa gioventù al centro degli eventi notturni “infuocati” riportati dalla cronaca quotidiana ha riacceso i riflettori sul fenomeno delle “baby gang.”

Nessuno mette in evidenza la situazione del capoluogo lombardo come Fabrizio Corona, il “re dei paparazzi” noto per la sua voce tagliente. Corona non fa sconti a nessuno, a cominciare dal sindaco Sala, che, secondo lui, sembra non curarsi minimamente dei veri problemi della città. I numeri raccontano la storia. Secondo l’Indice di Criminalità 2023 pubblicato dal Sole 24 Ore il 9 ottobre, Milano detiene la prima posizione. La città lombarda riporta ben 7.000 denunce ogni 100.000 abitanti, precisamente 6.991,3 segnalazioni per ogni centinaio di migliaia di residenti.

Milano è abituata a questo ruolo di vertice. Anche l’anno scorso ricopriva il vertice di questa classifica, sebbene con cifre leggermente inferiori, intorno alle 6.000. Milano è anche la leader indiscussa per il numero di furti, con 3.800 denunce ogni 100.000 abitanti, scatenando timori per la sicurezza nei negozi. La città vanta 285 denunce ogni 100.000 abitanti per furti in esercizi commerciali, oltre a 128 denunce per rapine. Si colloca al terzo posto per danneggiamenti, con 923 denunce per ogni 100.000 abitanti. Le violenze sessuali sono registrate con 18 denunce ogni 100.000 abitanti, mentre le frodi informatiche raggiungono le 622 denunce per ogni centinaio di migliaia di residenti.

Milano, città delle luci scintillanti e delle sfide oscure, si trova di fronte ad un bivio. È un appello alla città, affinché guardi dentro di sé, per affrontare e superare le difficoltà che minacciano il suo equilibrio. La Milano da bere degli anni ’80 è una memoria affascinante, ma il presente richiede un impegno risoluto per fronteggiare le sfide che lo caratterizzano