Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

Oggi è il momento di tuffarsi nel mondo avvincente della moda, per esplorare uno dei giganti italiani che ha conquistato fama mondiale: Stone Island.

La nascita di Stone Island nel 1982, grazie all’ingegno di Massimo Rossi e Luca Spinto, è stata un’iniezione di originalità nell’industria tessile. Il nome stesso, ispirato ai romanzi di Joseph Conrad, evoca la solidità della roccia e l’isolamento dell’isola, donando al marchio una profondità narrativa unica. La loro storia inizia con l’uso di tessuti ottenuti da teli di camion. Una scelta audace che ha ridefinito il concetto di materiali di alta qualità, provenienti da fonti inaspettate. Il loro “stone wash”, inizialmente pensato per i copertoni, ha rivoluzionato il trattamento tessile, dando vita a capi che hanno trasceso i confini del comune.

L’ispirazione dietro ogni pezzo di abbigliamento Stone Island è un connubio tra l’utilità dell’abbigliamento da lavoro e la robustezza dell’abbigliamento militare. Questa fusione ha contribuito notevolmente al loro successo. 

Con l’ingresso di Carlo Rivetti nel team, si è aperta una nuova era di innovazione. La sua idea di dipingere direttamente le pecore con i colori desiderati, anziché tingere la lana successivamente, ha sollevato un polverone nell’industria tessile. Un concetto ardito e rivoluzionario che ha ulteriormente innalzato il profilo di Stone Island.

Poi c’è stata la rivoluzione delle taglie. Introdurre misure e taglie standard per i capi d’abbigliamento è stato un balzo in avanti, rendendo più semplice e accessibile la scelta dei vestiti, una mossa che ha contribuito a cambiare le regole del gioco della moda.

Il punto culminante di questa rivoluzione è sicuramente grazie l’uscita della leggendaria “Ice Jacket”. Una creazione unica che cambia colore in base alla temperatura, una magia tessile che ancora oggi sembra fuori dal comune. Stone Island continua a brillare ancora oggi per la sua qualità, la ricerca incessante e l’innovazione costante, rimanendo un modello di originalità e creatività nella selva della moda contemporanea.