Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

LUCA CASARINI CAPO MISSIONE DELLA NAVE MARE JONIO

Ha tenuto banco in quest’ultimo periodo la vicenda che ha visto Il sottosegretario alla giustizia, Andrea del Mastro, il quale avrebbe scambiato informazioni riservate inerenti alla visita in carcere da parte di 3
esponenti del PD ad Alfredo Cospito. D’altra parte però, scopriamo che dalle ultime indiscrezioni riportate
dal quotidiano La Verità, sarebbero spuntate fuori nuove chat in cui, dei deputati del PD avrebbero passato informazioni segrete della guardia costiera a Luca Casarini, attivista Ong Italiana Mediterranea, e alla sua combriccola.

Le informazioni riguardavano in particolar modo le posizioni dei barchini da salvare presenti nel Mediterraneo. Informazioni Top Secret che non possono mai essere condivise con le ONG. Nella lista dei
coinvolti, oltre alla banda di Casarini sono presenti membri di spicco dei dem tra cui l’ex presidente, nonchè ex segretario pro tempore Matteo Orfini, il quale avrebbe scritto emendamenti utili alle ONG. Fanno parte dell’elenco anche l’ex ministra dei trasposti Paola De Micheli, Luigi Manconi, senatore del PD e responsabile del comitato per il diritto al soccorso; Armando Spataro, (ex procuratore di Torino); Gherardo Colombo, ex PM di Mani pulite. Sulla lista, reperita dalla guardia costiera sulla Mare Jonio, ci sarebbe anche il nominativo di Enrico Letta, però a fianco è presente un punto interrogativo.

Continuando con i nominativi, sono presenti anche l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, capo di Stato maggiore della Marina militare dal 2013 al 2016; e il capitano di fregata Gregorio De Falco. Dalle Chat acquisite dagli inquirenti vengono resi noti i rapporti che c’erano tra la politica e le ONG. Casarini, il 26 settembre 2020, ad esempio, diceva: «Concentratevi di più sui membri del Pd che sostengono Med. Primo per evitare che si dica che siamo una nave di partito (di Liberi e uguali, ndr), secondo perché le contraddizioni sono lì. Giuditta Pini (altra deputata dem, n d r), Orfini, eccetera».

Del caso, ieri si è dibattuto anche in aula. Tommaso Foti, parlamentare di FDI ha annunciato, rivolgendosi ai dem, un’interrogazione al governo. A replicare Foti ci pensa uno dei personaggi chiave della vicenda, ovvero Matteo Orfini. Il deputato spiega di avere “spesso” ricevuto “segnalazioni pubbliche” di imbarcazioni in pericolo con a bordo migranti da parte di Ong non in grado di intervenire in quel momento.

Si, avete ben capito: il Partito Democratico aiutava Casarini nel traporto di immigrati dal Nord Africa alle nostre coste. Se le ong sono i taxi del mare, il PD ne è il pilota politico.