Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

PARLAMENTO UE EUROPEO EU, DISCORSO SULLO STATO DELL'UNIONE

Il voto favorevole del Parlamento europeo al riconoscimento automatico della genitorialità tra Paesi è l’ennesimo abominio nei confronti della famiglia. Al di là dell’obiettivo apparente di estendere automaticamente la genitorialità stabilita in un Paese dell’UE agli altri Stati membri, l’atto fa preoccupare perchè è l’ennesimo che pone limiti alla sovranità degli Stati membri e alle possibili implicazioni.

Con 366 voti a favore, 145 contrari e 23 astensioni, l’Europarlamento ha approvato la proposta di legge, sostenendo che i Paesi membri dovrebbero riconoscere la genitorialità stabilita in un altro Paese dell’UE, indipendentemente dalle circostanze della concezione, nascita o tipologia familiare. Quindi, dal momento che alcuni paesi legalizzeranno pratica disumana come l’utero in affitto, noi non potremo impedire che sul suolo italiano questa sia illegale.

L’introduzione del certificato europeo di filiazione è stata giustamente criticata da parte dei conservatori di ECR, il partito europeo guidato da Meloni, che ha accusato Pd e M5S di votare a favore dell’utero in affitto, sottolineando la preoccupazione per l’uso del certificato per imporre questa pratica agli Stati membri.

Il partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, ha denunciato la proposta come un “sotterfugio” per imporre il riconoscimento dell’utero in affitto a tutti gli Stati membri, sottolineando che la maternità surrogata viola la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea ed impegnandosi a impedire che il regolamento diventi operativo.

Anche l’associazione Pro Vita & Famiglia onlus ha criticato il voto, definendolo un’ingerenza che mira a riconoscere i genitori LGBT. L’utero in affitto, la compravendita di gameti e la procreazione medicalmente saranno ben presto legalizzati… meno male che in Italia a giugno è stato dichiarato un reato univesale l’utero in affitto dal Parlamento italiano.

In Europa con i colori arcobaleno stanno portando avanti politiche contro la famiglia tradizionale, e tutti i vari LGBTQ non capiscono che dietro a questi colori c’è solo business economico. Arriveranno prima o poi a capirlo?