Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

CHIARA FERRAGNI FEDEZ

In questi giorni si sta parlando sempre di più dello scandalo Ferragni-Balocco. Per chi se lo fosse perso, la nota influencer aveva realizzato una collaborazione con l’azienda Balocco allo scopo di aiutare l’Ospedale Maria Regina di Torino durante la pandemia.

O almeno così era stato fatto credere ai consumatori che acquistando il pandoro ”griffato” Ferragni pensavano di contribuire a una giusta causa. Un pandoro “solidale” insomma… il cui prezzo triplo rispetto al normale sarebbe stato giustificato dalle intenzioni: aiutare le persone malate.

E invece no! L’antitrust ha multato la società riconducibile a Chiara Ferragni con una sanzione da oltre 1 milione di euro per pratica commerciale scorretta. Sembra infatti che i soldi se li sia intascati l’influencer milanese, mentre solo la Balocco aveva donato una piccola somma pari a 50.000 euro qualche mese prima.

Le polemiche giustamente non si sono fatte attendere ed anche Atreju, ad esempio, è stato luogo di attacchi alla Ferragni. Giorgia Meloni giustamente ha ricordato che i modelli da seguire non sono gli influencer ma chi “l’eccellenza italiana la inventa, la disegna, la produce e tiene testa a tutti nel mercato globale”.

Il premier non si è lasciata sfuggire una frecciatina riguardo la vicenda citata qui sopra ed è stata subito guerra sui social. Il marito della Ferragni, Fedez, ha pubblicato numerosi video contro la Meloni, affermando, pur prendendo le distanze dalle moglie, che sia ridicolo parlare di queste tematiche rispetto a questioni più prioritarie per il paese.

Questo succede quando tua moglie è anche la tua socia in affari, ma la Meloni, accusata dallo stesso di Fedez sostanzialmente di non poter parlare di sua moglie, è invece libera di attaccare una persona che ha una rilevanza pubblica come la Ferragni. Nel frattempo l’influencer milanese ha postato un video di scuse che in realtà è stato poi molto criticato dagli utenti. Era inevitabile: oltre alla figura vigliacca che ha fatto, additare questo problema a un mero “errore di comunicazione” rende la figura Ferragni ancora più becera.

Ha anche detto che donerà un milione di euro in beneficenza, ma ciò basta per tornare pulita? Molti colleghi influencer hanno definito triste e ignobile questo gesto. Il classico episodio dove persone ricchissime si mostrano disposte a tutto per diventare ancora più ricche. Non è un caso che, secondo un recente sondaggio di YouTrend, un terzo degli italiani è convinta che i Ferragnez (come si fanno chiamare marito e moglie) siano un esempio negativo per i giovani.

Il Pandoro-gate, però, non è il primo e unico caso, perchè subito dopo è uscito fuori il caso delle uova di Pasqua. In quell’occasione Ferragni prestò volto e brand per sponsorizzare le uova di Pasqua prodotte dall’azienda Dolci preziosi, ma anche qui solo una piccolissima parte dei soldi raccolti andò effettivamente in beneficenza.

Questa è la grossa differenza tra la politica e gli influencer. Mentre la politica si prende delle responsabilità gli influencer no.