Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

GABRIEL ATTAL NUOVO PRIMO MINISTRO FRANCESE

Ieri sera Elisabeth Borne, Primo Ministro francese da circa un anno e mezzo, ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico.

Questo avvicendamento di certo non ci lascia sorpresi: Emmanuel Macron, Presidente della Repubblica francese, si trova, infatti, in un drammatico momento di calo di consensi, dovuto anche alle ultime controverse riforme da lui volute, tra le quali la legge che inasprisce le politiche sull’immigrazione. Gli ultimi dati lo davano addirittura a più di dieci punti di distacco dal suo avversario politico, Marine Le Pen. Era quindi necessario lanciare un forte segnale di cambiamento al popolo francese, in vista anche delle prossime elezioni europee di giugno.

Nella mattinata di oggi, Macron ha deciso che la carta vincente che potrà riconquistare l’impeto e il cuore dei delusi elettori è Gabriel Attal, finora Ministro dell’Istruzione. Il 34 enne di Clamart è il più giovane Primo Ministro della storia della quinta Repubblica, oltre ad essere il primo dichiaratamente omosessuale (il suo compagno con il quale è unito civilmente, Stephane Sejournè, è capogruppo di Renew Europe al Parlamento Europeo). Attal proviene da una famiglia multiculturale: il padre Yves, è stato un avvocato e un produttore cinematografico di origini ebraica tunisina ed alsaziana, mentre la madre, Marie de Courris, dipendente di una società sempre di produzione cinematografica, è di origini russe e greche.

Laureato in scienze politiche e in giurisprudenza, il giovane Primo Ministro ha iniziato precocemente la sua brillante carriera politica nel Partito Socialista, ricoprendo dal 2012 al 2017 il ruolo di consulente responsabile delle relazioni all’interno del ministero della salute durante la presidenza di Francois Hollande; sempre nel 2017 si candida come deputato all’Assemblea Nazionale tra le file del nuovo partito di Emmanuel Macron, La Republique En Marche, venendo eletto.

Successivamente ricopre i ruoli di portavoce del Primo Ministro Jean Castex, di Ministro delegato dei conti pubblici e, infine, Ministro dell’Istruzione. Un sondaggio dello scorso 4 gennaio de “Le Figaro” lo coronava come il più apprezzato tra i Ministri: sarà lui a riportare ai fasti di un tempo La Grande Nation?