Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

Tedros Adhanom Ghebreyesus OMS

“I nostri sistemi alimentari stanno danneggiando la salute delle persone e del pianeta. I sistemi alimentari contribuiscono a oltre il 30% delle emissioni di gas serra e rappresentano quasi un terzo del carico globale di malattie. Trasformare i sistemi alimentari è quindi essenziale. Passando a diete più sane, diversificate e a base vegetale. Se i sistemi alimentari fornissero diete sane per tutti, potremmo risparmiare otto milioni di linee all’anno”. Queste le parole del numero uno dell’Organizzazione Mondiale della Sanitá, che spiega come noi dovremmo stravolgere le nostre abitudini alimentari in nome della sostenibilitá.

Nelle parole del presidente Tedros non c’è nessun accenno sulle sorti a cui andrebbe in contro il mondo dell’agricoltura, sempre più vittima delle assurde proposte ambientalmente corrette e in difficoltà nella copertura dei costi di produzione. Ma a quanto pare il mondo dell’agricoltura non riceve la stessa attenzione rispetto al tema del cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale.

Viene inevitabilmente da chiedersi il perchè di tutta questa attenzione da parte del capo dell’OMS, Tedros Ghebreyesus, sul legame tra la nostra filiera alimentare europea e il clima? Forse perché vi è una corrispondenza tra i finanziatori privati dell’OMS e gli imprenditori che stanno investendo da anni nel cibo sintetico? Peccato che poi, come spiegava il presidente della Coldiretti Ettore Prandini in un’intervista a Il Giornale “una ricerca dell’Università della California afferma che la carne coltivata ha un impatto in termini di emissioni dalle 4 alle 24 volte superiore a qualsiasi forma di allevamento zootecnico”.

D’altra parte, in Francia ed in Germania migliaia di agricoltori manifestano nei loro paesi, chi anche coi trattori in strada. Tutto questo a causa dell’ importazione dei prodotti agricoli e dei tagli ai fondi che garantivano agevolazioni e sussidi al settore.