Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

CARMINE LO SAPIO SINDACO POMPEI, EDMONDO CIRIELLI QUESTORE E VICE MINISTRO AFFARI ESTERI, LA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIORGIA MELONI, CLAUDIO PALOMBA PREFETTO NAPOLI, GENNARO SANGIULIANO MINISTRO CULTURA, GAETANO MANFREDI SINDACO NAPOLI, VINCENZO DE LUCA PRESIDENTE REGIONE CAMPANIA, LUIGI CORRADI AD TRENITALIA, LUIGI FERRARIS AD FS

È scontro aperto tra il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il Presidente del Consiglio Giorgia Melomi sui fondi di coesione. Il governatore della Campania durante una diretta Facebook aveva infatti attaccato duramente il Governo per avere, a suo avviso, bloccato i fondi per il Sud.

Le dure parole di De Luca sono state riprese e commentate tramite un post dalla Premier Meloni, che chiede ad Elly Scheiln di prendere le distanze dalle violenze verbali ricevute. ‘’Imbecilli, farabutti, delinquenti politici” sono stati appellati i membri del governo. Meloni giustamente ha chiesto al Nazareno se è intenzione di Schlein & compagni prendere le distanze da simili parole. Aizzare l’odio tra Nord e Sud Italia genera esclusivamente conseguenze negative.

La segretaria del Partito Elly Shlein ha risposto dopo poche ore continuando a criticare l’operato del Governo, accusando la Premier di politiche divisive per l’Italia. Nel frattempo De Luca si è detto ‘’onorato e commosso’’ dell’attenzione dimostrata da Meloni nei suoi confronti, invitando la Premier ad un confronto pubblico per sbloccare le risorse per il Sud. Raffiche di insulti e volgarità, tipico stile del ‘’democratico’’ Pd che ormai ha oltrepassato il limite della decenza.

Scandalosi i toni ed il linguaggio utilizzato da Vincenzo De Luca nei confronti del Governo ed il silenzio della Shlein è l’ennesima dimostrazione dell’impresentabilità di un partito che si prepara ad una
campagna elettorale improntata più sulle offese e meno sui contenuti, che da alcuni mesi a questa parte sono inesistenti.