Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

BARGI, ESPLOSIONE DELLA CENTRALE IDROELETTRICA DI SUVIANA OPERAZIONI DI SOCCORSO DEI VIGILI DEL FUOCO

La tragedia della centrale idroelettrica nel bolognese ha, come il solito, dato adito ad una sorta di sciacallaggio e di strumentalizzazione delle povere vittime da parte dei cosiddetti giornaloni, dei sindacati e dell’opposizione.

Non si sanno ancora le cause di quanto avvenuto, pero’ costoro parlano di sfruttamento, di subappalti, di insicurezza del lavoro nella centrale. Si assiste ad un chiacchiericcio, per esempio in tv, in cui certi giornalisti, politici s’ improvvisano esperti senza attendere che le indagini facciano luce sulle vere cause.

Si è fatta polemica ad esempio sul fatto che un tecnico riconosciuto di grande valore, in pensione, settantenne, collaborasse nella centrale come sfruttamento sul lavoro: un’idiozia. I sindacati, poi, altro non fanno che indire il solito sciopero, accusando a priori la societa’ che gestisce la centrale di malagestione. E la Schlein non ha atteso un giorno a recarsi al luogo della tragedia, anche lì additando implicitamente una certa responsabilità del governo Meloni.

Non cambiano mai. Decidono loro le cause, le colpe e gli esiti delle indagini.