Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

ILARIA SALIS

Con 4 condanne e 29 denunce, Ilaria salis è la nuova candidata perfetta per Bonelli e Fratoianni. Ieri, infatti è arrivata l’ufficialità dopo una patetica smentita del leader (si fa per dire) dei Verdi. All’europee Alleanza Verdi e Sinistra italiana candiderà Ilaria Salis.

In carcerazione preventiva in Ungheria da tredici mesi per lesioni (gravi) nei confronti di due militanti di estrema destra del posto, oggi la Salis è pronta ad andare a Bruxelles a prendere lo stipendio da europarlamentare, alla faccia dell’equa distribuzione della ricchezza, uno dei pilastri, immaginiamo, di una comunista (chiamiamola per quella che è, sicuri di non offenderla) come lei.

Pare che l’iter burocratico per ufficializzare la candidatura si svolgerà tra oggi e i prossimi giorni, ma, dato che la Salis si trova tutt’ora in carcere in Ungheria, sarà suo padre a farne le veci. Che ridere anche questo: la partita di genere e i diritti delle donne, ma a decidere di candidarla è stato il padre come si può leggere facilmente tra le notizie comparse tra ieri e oggi.

E come se Soumahoro non fosse già stato abbastanza, ecco che AVS, come nei migliori giochi illusionistici, tira fuori dal suo cilindro un nuovo coniglio confezionato per l’occasione con le migliori condanne ed aggressioni.