Abbonati alla rivista

Nazione Futura Rivista

Abbonati alla rivista

Nella giornata di lunedì gli attivisti di Ultima Generazione e Palestina Libera hanno ben pensato di riproporre come di consueto la loro “protesta pacifica”, gettando vernice rossa sulla sede dell’azienda Fiocchi Munizioni.

Questo mix tra ecoteppisti e pro Palestina hanno protestato, imbrattando l’ingresso dell’azienda, perchè chiedono al governo italiano di impedire alle aziende nostrane di inviare risorse militari a Israele. Non potevano mancare chiaramente di esporre lo striscione “Palestina Libera” e di accendere alcuni fumogeni all’ingresso dello stabile.

In una nota stampa Ultima Generazione ha utilizzato ancora senza vergogna la parola genocidio, affermando che il governo italiano deve prendersi “le proprie responsabilità in quanto complice di un genocidio e per aver violato la nostra costituzione”. Non si capisce in che maniera il governo italiano stia violando la Costituzione: Attenderemo i costituzionalisti ai quali Ultima Generazione e comunisti vari hanno chiesto parere.

Il fondamentalismo islamico e le organizzazioni terroristiche come Hamas, che da sempre minacciano militarmente Israele e l’Occidente, devono essere arginate. E al medesimo tempo è ormai stancante ripetere continuamente l’importanza di aziende come Munizioni Fiocchi per la difesa e la sicurezza di tutti noi. Si spera chiaramente che questo non sia stato un atto politico nei confronti di Stefano Fiocchi, europarlamentare di Fratelli d’Italia, candidato per un secondo mandato alle prossime Europee di giugno.